Close
7 arresti e 1 denuncia

L’attività di controllo del territorio dei Carabinieri di Ostia continua intensamente.

Particolarmente incisiva è risultata l’attività della Stazione Carabinieri di Acilia che, in poche ore, ha arrestato tre persone.

Dapprima, un 40enne di origine marocchina e con precedenti alle spalle, è stato bloccato all’uscita di un supermercato di Acilia. L’uomo è stato trovato in possesso di numerosi articoli, occultati all’interno di una borsa, asportati poco prima dall’esercizio commerciale. Arrestato, è stato trattenuto nelle camere di sicurezza in attesa dell’udienza di convalida, mentre la refurtiva è stata interamente recuperata e restituita al proprietario.

Successivamente, in tarda mattinata, è stata individuata una donna di 50 anni, già nota alle forze di polizia, che si era introdotta all’interno dei un esercizio commerciale di via di Acilia, iniziando ad impossessarsi di alcuni capi di abbigliamento. La ladra è stata poi vista uscire senza pagare alle casse la merce e una pattuglia della locale Stazione che si trovava in servizio sul piazzale antistante, ha fermato la malfattrice mentre di corsa stava uscendo dal negozio. La donna, per guadagnare la fuga, aveva precedentemente spintonato un’addetta alle vendite del negozio. L’arrestata è stata sottoposta agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.

La medesima vicenda si è ripetuta poche ore più tardi, sempre all’interno dello stesso negozio. Il protagonista questa volta è stato un pregiudicato 23enne il quale, dopo avere aggredito la dipendente dell’esercizio commerciale che tentava di opporsi alla sua fuga, è stato arrestato dai Carabinieri di Acilia, che transitavano nella zona. Il malfattore, trovato in possesso di quasi 200 euro di merce rubata prontamente al proprietario, è stato arrestato e trattenuto nelle camere di sicurezza dell’Arma in attesa dell’udienza.

In via Costanzo Casana di Ostia, la Sezione Radiomobile ha sorpreso in strada, durante i rituali controlli sulle persone che beneficiano di provvedimenti restrittivi presso le proprie abitazioni, un giovane 22enne agli arresti domiciliari per reati inerenti gli stupefacenti, che si era illecitamente allontanato dalla dimora in palese violazione delle prescrizioni impostegli dal giudice; l’uomo è stato arrestato e nuovamente accompagnato a casa, in attesa dell’udienza di convalida.

A Fiumicino, nel pomeriggio di ieri i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato una donna 46enne incensurata che, presso un bar, in preda ai fumi dell’alcool aveva reiteratamente infastidito i clienti, aggredendo anche il titolare dell’esercizio commerciale. I militari, prontamente intervenuti per ristabilire la calma, sono stati aggrediti dalla stessa con calci, sputi e morsi, minacciandoli del contagio con il virus hiv da cui è affetta. La donna è stata, pertanto, accompagnata al carcere di Civitavecchia e i Carabinieri intervenuti sono dovuti ricorrere alle cure mediche.

Sempre a Fiumicino, i Carabinieri hanno rintracciato nella serata di ieri, presso il centro commerciale “Parco Leonardo”, un cittadino romeno 18enne che si era illecitamente allontanato da un centro di accoglienza romano dove era ospitato. Durante la fase degli accertamenti in caserma, il giovane, colto da uno scatto d’ira, con una mossa fulminea ha sferrato un pugno contro la finestra incrinandone il vetro. Il fermato è stato denunciato per danneggiamento aggravato.

Ufficio stampa Provinciale Carabinieri di Roma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie di terze parti. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi