accorpamento dell’IMU e della TASI

L’Amministrazione comunale ha deliberato per l’anno 2019 l’accorpamento dell’IMU e della TASI, ad eccezione dei proprietari di “fabbricati rurali” e dei c.d. “beni merce”.

Lo dichiara l’assessore al Bilancio Marzia Mancino.

La scelta – prosegue – è stata dettata dalla volontà di semplificare gli adempimenti: con la fusione della doppia tassa sulla casa, infatti, si paga tramite un solo bollettino.

In sede di verifica, ci siamo resi conto che alcuni contribuenti hanno erroneamente versato in acconto sia l’IMU (DOVUTA) sia la TASI (NON DOVUTA per l’anno 2019 perché già calcolata nella nuova aliquota IMU).

L’Amministrazione Comunale, in collaborazione con gli uffici della Fiumicino Tributi, ha individuato quindi un percorso per permettere di recuperare il versamento non dovuto, evitando ulteriori adempimenti.

In fase di versamento di saldo, i cittadini che ricadono in questa ipotesi potranno considerare quanto versato in acconto a titolo di TASI come acconto IMU ed il Comune procederà alla relativa compensazione.

La differenza da versare come IMU 2019 in saldo sarà quindi calcolata come:
(IMU TOTALE 2019) – (ACCONTO IMU + ACCONTO TASI)= SALDO IMU

A mero titolo di esempio: se un contribuente – sulla base delle aliquote 2019 – deve versare (per tutto l’anno) 200,00 € di IMU ed ha già versato (in acconto) 80,00 € di IMU e 20 € di TASI, in sede di saldo dovrà versare 100,00 € di IMU.

Fonte: Comune di Fiumicino 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie di terze parti. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi